domenica 13 agosto 2017

Frittelle di fagioli


Difficoltà:



Ingredienti:
-fagioli borlotti
-farina 00
-olio di semi
-sale
-pepe


Procedimento:

Ciao ciao ciao! Oddio suona molto come 'ehi ehi ehi' di Krusty il clown...va bè. Oggi vi propongo una ricetta multiuso, può essere un antipasto, un secondo, oppure, udite udite, un dolce!  Frullate i fagioli, aggiungete la farina per aumentare la cremosità, gestitevi la quantità di farina in base a quanti fagioli avete usato. Con le mani bagnate create delle palline, la consistenza deve essere morbida quasi appiccicosa, immergete le palline nell'olio di semi bollente. Girate le frittelle per cuocerle da entrambi i lati, una volta pronte salate e pepate a piacere. Se volete sfruttarle come dolci basterà spolverarle di zucchero a velo, vi ricordate le frittelle di lenticchie, eccole, nacquero proprio come dolce. Pensate che le frittelle di fagioli me le faceva sempre mia madre con quello che avanzava della zuppa di fagioli, aggiungendo solo farina per addensare.
Come contorno ho tagliato zucchine e pomodorini, li ho lasciati marinare in sale, pepe, olio di oliva, origano per una decina di minuti e poi serviti. 
Piccolo ot, oggi sono 4 mesi che è nata mia figlia, allattamento esclusivo al seno, più oltre sei litri di latte materno da me donato, alla faccia di chi mi diceva che se avessi voluto allattare avrei dovuto mangiare carne. 
Buon appetito!

domenica 6 agosto 2017

Pomodori ripieni di farro

Difficoltà:


Ingredienti:
-farro
-pomodori cuore di bue
-olive
-basilico
-olio di oliva
-sale

Procedimento:
Buonaseeeera! Ecco fresca fresca una ricetta estiva e davvero semplice. Finalmente sta diluviando, mi stava venendo lo sconforto a vedere il fiume praticamente secco e i giardini ingialliti, oltre al fatto che si schiattava di caldo e dormire la sera stava diventando una villeggiatura in uno dei gironi infernali. Bologna è tra le città più calde d'Italia e dell'universo,credo, da voi come si sta??
Torniamo a noi e alla ricetta. Scegliete dei bei pomodoroni che fungeranno da contenitori, tagliategli la testa e delicatamente svuotateli. Nel frattempo preparate il farro, seguite i tempi di cottura che possono variare a seconda del tipo di farro che avete scelto. Una volta pronto, fatelo raffreddare, unite le olive tagliate (io mi sono lanciata su quelle verdi ma siete liberi di variare), il basilico tritato grossolanamente, l'olio di oliva, un pizzico di sale. 
Riempite i pomodori e chiudeteli. Ci sono due scuole di pensiero, potete tagliare il pomodoro e mischiarlo al farro oppure mangiare prima il ripieno e poi il pomodoro, fate vobis. E' un primo piatto ma scegliendo dei mini pomodori può diventare un simpatico antipasto. 
Vi piace la ricetta? Lasciate un commento qui o sulla pagina fb, oppure ovunque se vi fa piacere. 
Buon appetito!

domenica 30 luglio 2017

Pomodori gratinati estivi

Difficoltà:




Ingredienti:
-pomodori
-pangrattato
-scalogno
-prezzemolo
-olio di oliva
-sale e pepe

Procedimento:
Ciao gente! Ho visto che incredibilmente sono aumentati i lettori fissi qui sul blog, mi fa piacere! Sono una grande amante dei pomodori gratinati ma d'estate è veramente dura accendere il forno, ecco la mia versione estiva. In realtà la parte che mi piace di più è il pane grattugiato, non sono una fan della buccia del pomodoro cotta e ogni volta divento un chirurgo per toglierla. 
Come sempre ricetta molto complessa ahhaha. Tagliate a metà i pomodori, tagliate finemente la cipolla e fatela rosolare in un filo di olio di oliva. Dopo un paio di minuti aggiungete il pangrattato, il prezzemolo tritato, sale e pepe. Dopo cinque minuti aggiungete un altro filo di olio di oliva e componente i pomodori. In pratica il pomodoro rimane crudo e il pangrattato viene insaporito in padella.
Che ne dite?? Qui trovate la versione al forno. 
Buon appetito

martedì 25 luglio 2017

Tofu con crema allo zafferano

Difficoltà:




Ingredienti:
-cipolla
-aglio
-tofu
-pomodori
-zafferanno
-panna vegetale
-sale e pepe

Procedimento:
Buongiorno!! 
Proviamo a sperimentare col tanto amato/odiato, più odiato forse, tofu!
Tagliate la cipolla e fatela soffriggere in un filo di olio di oliva, aggiungete il tofu tagliato sottile e lasciate cuocere per 10-15 minuti, deve colorarsi bene.
Aggiungete poi qualche cucchiaio di panna, lo zafferano, un pizzico di sale, un pizzico di pepe e per ultimi i pomodori tagliati a cubetti. Lasciate cuocere proprio per un minutino per lasciare i pomodori caldi ma crudi.
Vi piace la ricetta? Come sempre grazie per le visualizzazioni, vi invito a condividere e commentare le ricette, il blog ha vita grazie a voi. Se provate qualche mia ricetta inviatemi la foto su facebook! C'è un album solo per voi
La mia esperienza da mucca di soia continua, sono arrivata a 5 litri di latte!! Non potrei essere più contenta e orgogliosa di me stessa, la mia bimba continua a crescere bene, siamo già sui 5,600-5,700 kg, mi tornano in mente le parole di qualcuno 'se vorrai allattare dovrai mangiare carne', come no. 
Tofu e panna vegetale non li ho trovati nella lista dei prodotti vietati perchè contenenti glutine, essendo però un terreno delicato vi invito sempre a cercare la dicitura 'gluten free' sui prodotti, se qualcuno mi esperto di me volesse illuminarmi su questi prodotti gli sarei grata!
Buon appetito

giovedì 20 luglio 2017

Cavolfiore con salsa alle erbette


Difficoltà:



Ingredienti:
-cavolfiore
-qualche cucchiaio di farina
-latte di soia
-origano 
-basilico
-sale
-pepe
-cipolla

Procedimento:
Buongiorno a tutti! 
Eccoci con una nuova ricetta, oggi daremo un nuovo sapore al cavolfiore, uno degli ortaggi che riscuotono meno successo. Re indiscusso del disgusto generale è il cavoletto di Bruxelles.
La ricetta è molto semplice, prima di tutto bisogna bollire il cavolfiore, poi tagliate la cipolla e la fate rosolare in padella in un filo di olio di oliva. Nel frattempo create la salsa, le dosi vedete voi quanto cavolfiore avete bollito, si fa sempre in tempo ad aggiungere nel caso! Mescolate mezzo bicchiere di latte con un 2-3 cucchiai di farina, un pizzico di origano, basilico, sale e pepe. 
Unite il cavolfiore bollito alla cipolla, dopo un paio di minuti unite la salsa, mescolate bene e spegnete.
Che ne dite?? Semplicissimo.
Buon appetito!

martedì 18 luglio 2017

Cà Nostra, Cesenatico

Buongiorno lettori virtuali! 
Oggi vi voglio parlare di un ristorante dove ho pranzato sabato a Cesenatico, chiamarla recensione mi sembra eccessivo non essendo io una chef, è la mia personalissima opinione. 
Premesso che ormai è più facile trovare locali vegan friendly, ma le proposte diciamo che spesso peccano di scarsa fantasia. Con grande sorpresa mi sono imbattuta in questo ristorantino sul canale, la posizione è molto bella, con una scelta notevole di piatti vegetariani e vegani. 
Si chiama 'Cà nostra' e ve lo consiglio largamente, sia per la cucina, sia per la cortesia e la simpatia del personale. 
Come antipasto ho provato il tofu marinato su misticanza di verdure. Il povero tofu, se crudo, sa proprio di poco ma l'accostamento anche con la frutta mi è piaciuto, molto delicato. 





Come primo mi sono lanciata con gli strozzapreti alla carbonara, questo piatto era davvero davvero buono. La porzione abbondante ma non eccessiva. Il seitan non l'ho trovato per niente gommoso e la crema con lo zafferano era molto gustosa




Come secondo, invece, ecco un piattone di spezzatino di seitan con le noci. Era davvero un piatto e purtroppo non sono riuscita a finirlo. I punti di forza direi che sono stati la varietà nella scelta, basta la solita pasta al pomodoro e verdure grigliate!, la quantità, la posizione del locale e la cortesia di tutto il personale. Se dovessi ritornare a Cesenatico penso proprio che farò di nuovo un salto in questo ristorante per provare qualche altro piatto.

Inizierò a curare questa sezione del blog per farvi conoscere i posti che ho provato, in prima persona e farvi sapere cosa consiglio e cosa no. Questa è la pagina facebook del locale, vi mando un bacione e a presto!! 

giovedì 13 luglio 2017

Frullato albicocche e nocciole



Difficoltà:




Ingredienti:
-albicocche
-latte vegetale (ops latte non si può più dire, ho usato quello di soia)
-nocciole

Procedimento:
Buongiorno, approfitto del pisolino della bimba per aggiornarvi sulla mia merenda di ieri!!! Ecco un'idea per una merenda veloce e nutriente, è quasi banale spiegarvi il procedimento!! Come quantità decidete voi se volete un frullato più liquido, quindi più latte, o più cremoso. 
Visto che si tratta semplicemente di frullare tutto e dovreste esserne in grado senza difficoltà,  vi riporto qualche interessante info sulle albicocche.
"Le albicocche sono un frutto ricco di vitamine, sali minerali e fibre. Sono preziose per la pelle e per gli occhi, dato che sono una fonte da non sottovalutare di vitamina A e di vitamina C. Tra i sali minerali che le albicocche forniscono al nostro organismo troviamo potassio, calcio, ferro, fosforo e magnesio.Inoltre le albicocche sono una fonte preziosa di antiossidanti che sono necessari al nostro organismo per proteggere gli organi e i tessuti dall’azione dei radicali liberi. Le diete ricche di antiossidanti, tra cui troviamo i polifenoli e i flavonoidi, ci aiutano a combattere l’invecchiamento e a mantenere in salute l’apparato circolatorio. I carotenoidi contenuti nelle albicocche sono importanti per proteggere la vista, in particolare dai danni provocati dall’avanzamento dell’età. In particolare i carotenoidi ci aiutano a proteggere la retina, una delle parti più delicate dell’occhio. Le albicocche contengono anche catechine, dei flavonoidi che aiutano il nostro organismo a combattere le infiammazioni. Non dobbiamo nemmeno sottovalutare la presenza di fibre solubili nelle albicocche che contribuiscono a mantenere sotto controllo il livello degli zuccheri nel sangue. " (fonte)
Facebook, almeno ne ho il sospetto, mi toglie sistematicamente dei 'mi piace' dalla pagina quiiiiindi, condividete ciò che vi piace e invitate gli amici a lasciare un like! Più siamo e meglio è
Un bacione e buon appetito